Cuore Sacro di Gesù
Gesù il NUOVO ADAMO
Se amate realmente qualcuno, ma questa persona non crede nel vostro amore o lo rifiuta, allora voi provate molto dolore nel vostro cuore. Non importa quanto una persona possa essere cattiva, il cuore di Gesù ancora BRUCIA con AMORE infinito per lei ma il suo cuore è trafitto dalle spine causate dai nostri peccati, dall'ingratitude e dalla gente che non crede che Egli LE AMA.
S. Faustina Kowalska
S. Bernadette di Lourdes
L'Icona di Trinitá da Rublev
St Catherine Laboure
S. Faustina
(Vedi anche: Conferenze sulla Divina Misericordias)
Lourdes & S. Bernadette
(Morta nel 1879!)
La Trinità
La Medaglia Miracolosa & S. Caterina
(Morta nel 1876!)
 IL cuore di Maria brucia d'amore per voi allo stesso modo ed e' stato trafitto con una spada dolorosa dovuta alla sofferenze inferte a suo Figlio dai peccati, dall'incredulità e dall'ingratitudine.
Cuore Immaculato di Maria Madre di Dio e la Nuova Eva
Maria la NUOVA EVA
Inglese Italiano Polacco Olandese Cinese Tedesco Spagnolo Portoghese Francese Russo
 
Contenuti
 Home
  Conferenze sulla Divina Misericordia a Dublino (Inglese)
 Conferenza Mondiale della Divina Misericordia in Roma 2008
  Che cosa è la Domenica della Divina Misericordia?
  Un Grande Segreto!
 
Adamo ed Eva ed il Rosario
  1 I Misteri Gaudiosi
 2 I misteri della Luce
 3 I misteri Dolorosi
 4 I misteri Glorioso
  Una spiegazione della "Messa" (o l'Eucarestia)
 Angeli
  Medaglia Miracolosa
  Fatima
 Lourdes
 Trinità nella Natura!
 Natura della Trinità
 Cuore sacro di Gesù
 Purgatorio?
 Predestinazione?
 Contraccezione?
 Aborto?
 La Chiesa cattolica
 Bibbia Cattolica
  Filastrocca sull'eroina (Inglese)
  Pagina di collegamenti
 
Un po' di buonumore!
 Argomenti di riflessione!
Lettuce beetrootful!
 
Collegamenti esterni
 Catechismo della Chiesa Cattolica ( Con l'Indice )
 Incredibile esperienza di morte vicina dell’irriducibile ateo Howard Storm! (Avevano cominciato a divorarlo vivo!)
 Sito web della Comunità Cenacolo su un centro mondile di riabilitazione dalla droga di grande successo
 ETERNAL WORD TELEVISION NETWORK. TV cattolica disponibile 24 ore su 24 in Irlanda ed in Gran Bretagna su di SKY CHANNEL 589 ed in Europa, nel Canada e negli U.S.A. ecc su alcune reti
 
Blog
  Blog di una signora ex–Mormone
  Dawn Eden
 
Immagini dal Sito!

Le statue rappresentano l' Apparizione, della durata di due ore, dell'Agnello di Dio a Knock, in Irlanda il 21 Agosto 1879 con S. Giuseppe, Nostra Signora, S. Giovanni l'evangelista ed una moltitudine di Angeli
Trinità nella Natura!
Angeli Luce
Medaglia Miracolosa
La Luna, la Terra è il Sole!


Meditazioni sui misteri Gaudiosi del Rosario con i Riferimenti ad Adamo ed Eva.

Introduzione

Ci sono una o più meditazioni su ciascuno dei venti misteri del Rosario. Preghiamo il Rosario meditando su ogni mistero mentre recitiamo una decina sui grani. (una decina del Rosario comincia con un " Padre Nostro, seguito dieci "Ave Maria” e dal "Gloria”.) Le meditazioni sono divise nei QUATTRO gruppi usuali (gaudiosi, luminosi, dolorosi e gloriosi) di cinque misteri. Il Rosario narra la storia della vita di Gesù FIGLIO di DIO attraverso gli occhi di Maria sua madre. Queste meditazioni variano nella lunghezza e nel numero per ogni mistero. Servono ad approfondire la nostra fede in Gesù Cristo e ad aiutarci a capire il ruolo che Dio ha dato a Maria ed alla Chiesa nella storia della salvezza dell'umanità. Coraggio, provate a recitare almeno un gruppo di misteri al giorno! Nostra Signora ci ha chiesto di recitare il Rosario intero ogni giorno quando possibile!


Possiamo iniziare il Rosario recitando " il Credo dei Apostoli " seguito dal " Padre Nostro " tre " Ave Maria " e "il Gloria".

Cliccare qui per visualizzare queste preghiere di apertura.

I misteri Gaudiosi

L'Annunciazione Luca 1; 26-38 25 Marzo giorno di festa


A) I due annunci

Gabriel annuncia l'arrivo del Saviour Questo primo mistero del Rosario è chiamato "l'annuncio" perché in esso l' Arcangelo Gabriele "annuncia" alla Vergine Maria l'arrivo di Gesù chiamato il Messia (o Cristo che significa il Salvatore). Il suo arrivo era l'annuncio della Grazia e della Vita per l'umanità. In questo mistero ci ricordiamo della visita da parte dell' Arcangelo Gabriele nel sesto mese di gravidanza di S. Elisabetta alla Vergine Maria per chiederle di usare la sua libera volontà per obbedire a Dio diventando la madre "del FIGLIO eterno di DIO" e per dargli il nome "Gesù" . Questo mistero è molto simile alla caduta di Adamo ed Eva nel giardino dell' Eden. Quel giorno l'angelo diabolico Satana sotto forma di Serpente ha avuto la sua vittoria sull'umanità quando convinse Eva, vergine senza peccato, a disobbedire a Dio prendendo e mangiando il frutto dall'albero e poi spingendo anche Adamo vergine senza peccato a disobbedire a Dio prendendo e mangiando la stesso frutto. Il loro Peccato di disobbedienza ha causato la caduta dell'umanità. Quel giorno fu in un senso l'annuncio segreto di Satana del peccato e della morte all'umanità. Ma in questo mistero gaudioso del Rosario ci ricordiamo dell'inizio della vittoria di Dio per noi sul peccato e sulla morte quando ha inviato il suo unico figlio Gesù per portarci la grazia e la VITA per mezzo della sua morte sull'albero della croce. Gesù è il NUOVO ADAMO che è venuto a REDIMERE l' umanità dopo la CADUTA del primo Adamo. A Maria l'angelo ha chiesto di accogliere Gesù che è il frutto eterno (figlio) di Dio. La Vergine Maria Senza peccato è la Nuova Eva umana che ha ha obbedito a Dio tramite l'angelo ed in tal modo ha aiutato il Vergine Gesù Senza peccato che è il NUOVO ADAMO DIVINO a redimere l'umanità. Egli in seguito farà questo con la sua obbedienza al padre Celeste. Due vergini senza peccato hanno usato la loro libera volontà per peccare disobbedendo a Dio ed in questo modo hanno introdotto la morte nel mondo, e due vergini senza peccato hanno usato la loro libera volontà per obbedire a Dio ed hanno portato la Vita Eterna nuovamente nel mondo. (GESÙ, Dio-uomo potrebbe SALVARE l'umanità anche da solo, ma ha voluto farsi aiutare dalla donna Maria.)


B) Gesù il Frutto Eterno

Gabriel annuncia l'arrivo del Saviour Gesù è sia il NUOVO ADAMO che il nuovo frutto per redimere l'umanità. È "il figlio eterno di Dio" ed è la seconda persona della Trinità. Inoltre è chiamato "la sapienza eterna" o "la parola eterna" di Dio. La parola "sapienza" significa "la conoscenza del bene e del male". "Il figlio di Dio" o "la sapienza eterna" di Dio è allora la conoscenza eterna di Dio "della sua stessa bontà". Gesù "il figlio di Dio" è l'unico "frutto eterno" del padre e quel frutto è la conoscenza del padre "della sua stessa bontà". "Il figlio" è il frutto eterno "della conoscenza del bene (e del male)" di Dio (vedi le somiglianze della genesi 2; 17 dove Dio proibisce ad Adamo di mangiare "il frutto temporale della conoscenza del bene e del male" che era sull'albero). Non vi è "malvagità" in Dio, ma vi è nelle sue creature che lo rifiutano. Nel giardino dell' Eden Adamo ha mangiato "il frutto" , che è divenuto parte della sua natura umana ma in questo mistero gaudioso il figlio di Dio che è il frutto eterno di Dio riceve il corpo e la natura dell'uomo nella sua propria natura Divina. L'uomo Adamo ha assorbito per primo il frutto nella sua natura umana, ma in questo mistero gaudioso è il frutto eterno di Dio che assorbe la natura dell'uomo nella sua natura Divina. Eva ha ascoltato la voce di Satana il Serpente e ne ha accolto le parole nel suo cuore, ma Maria ha ascoltato la voce di Gabriele ed ha accolto "la parola eterna" o "il frutto" di Dio nel suo cuore e nel suo seno. Dio è per sua natura SPIRITO, perciò fu di importanza perfino maggiore che la Vergine Maria fosse "Vergine "; "nel cuore" (o "Senza peccato" "nel cuore") che nel corpo perché Gesù è Dio infinitamente santo.


C) "Libera volontà"

Gabriel annuncia l'arrivo del SaviourIl regalo più potente che Dio abbia fatto all'uomo è la "libera volontà". Con la nostra libera volontà possiamo prendere le decisioni per fare il male, e cioè "peccare" e rifiutare Dio, oppure possiamo decidere di amare Dio e fare il bene. Se noi pecchiamo, in realtà cacciamo soltanto noi stessi dalla presenza di Dio, e quindi vediamo che la libera volontà ci conferisce soltanto un grande potere su noi stessi perché con la nostra libera volontà possiamo bandirci dalla presenza di Dio per tutta l'Eternità. Possiamo usare la nostra libera volontà per obbedire o disobbedire a Dio. Adamo ed Eva hanno abusato della loro libera volontà disobbedendo a Dio ed hanno causato la CADUTA dell'umanità. Poichè Adamo era la testa fisica della razza umana la sua disobbedienza da sola ha causato la caduta e la morte della razza umana ma Eva, che ha disobbedito all'ordine impartito da Dio ad Adamo, fu lo strumento utilizzato per contribuire ad introdurre il peccato nel mondo. Gesù e Maria hanno usato la loro libera volontà per obbedire al Padre. Gesù è DIO ed è la testa spirituale della razza umana e perciò la sua sola obbedienza salvò l'umanità, ma Maria fu lo strumento usato da Dio per introdurre Gesù e quindi TUTTA LA grazia nel mondo. Eva, aiutando Adamo a peccare, ha aperto le porte a tutto il peccato, Maria aiutò Gesù ad entrare nel mondo per redimerci ed è per sempre la Mediatrice ed il canale di tutte le Sue grazie per noi. Il diavolo ha usato la donna per la sua vittoria, e Dio desidera usare Maria, la nuova donna, per tutte le nostre vittorie sopra il diavolo ed il peccato. In obbedienza completa e con un coraggio che nessuna altra persona potrebbe avere, Maria rispose "Ecco sono la serva del signore, avvenga di me secondo la tua parola".Frank Duff, che ha fondato la Legione di Maria, disse che il "SÌ" di Maria fu la decisione PIÙ EROICA mai presa da qualsiasi mortale, probabilmente perché Maria comprese pienamente che il suo "SÌ" avrebbe significato vivere per tutta la vita nella presenza terrificante di Dio.


D) La Trinità

Gabriel annuncia l'arrivo del Saviour Vediamo in questo mistero che la Santa Trinità si è rivelata per la prima volta all'umanità attraverso Maria (vedi il manuale della Legione di Maria di Frank Duff ) quando chiede "ma come potrà accadere questo?" e l'angelo risponde "lo spirito santo verrà su di te e il potere dell' Altissimo (il Padre) ti coprirà; il bambino che nascerà da te sarà chiamato dunque Santo, il figlio di Dio". All'annunciazione Maria è diventata la madre di Dio (il figlio di Dio) ed è diventata allo stesso tempo nostra madre perché Gesù è il nostro CAPO e noi siamo il suo corpo Mistico.


E) Il significato "del Sei "

Gabriel annuncia l'arrivo del Saviour Ci sono alcune ripetizioni del numero "sei" nei Vangeli e riguardanti la vita di Gesù. In questo mistero del Rosario Gabriele compare a Maria "nel sesto mese" di gravidanza di S. Elisabetta. Forse ciò serve a confermarci che Gesù "figlio di Dio" è il NUOVO ADAMO DIVINO perché Dio ha generato il primo Adamo nel"sesto" giorno. Potrebbe anche stare ad indicarci che Gesù è nondimeno "un vero figlio di Adamo" o "un vero figlio dell'uomo" . Forse Gesù si è spesso riferito a sé stesso come "il figlio dell'uomo" per lo stesso motivo. Il numero "sei" può essere un simbolo di tutta l'umanità, i cui genitori sono stati generati il sesto giorno. La frase "sesto mese" si riferisce al tempo fra le nascite di Giovanni il Battista e Gesù. La festività dell'Annunciazione (il 25 marzo) è la celebrazione dell'annuncio dell'arrivo del Messia promesso, ma esso è inoltre il giorno della sua Immacolata Concezione, e l'8 dicembre celebriamo la Concezione "Immacolata" di Maria che si è realizzata mediante la grazia di Dio. Vediamo che anche Adamo ed Eva erano Concezioni Immacolate ma sono stati concepiti o generati già adulti e non nel seno e non sono rimasti senza peccato. Questa festività commemora l'Incarnazione (che significa l'assunzione della carne) da parte di Gesù figlio di Dio. I cattolici ricordano solitamente questo mistero quando recitano l' "Ave Maria" e l'"Angelus" alle ore sei ed alle ore dodici in punto, sia antimeridiane che pomeridiane, ogni giorno.


La Visitazione Luca 1; 39-45 31 maggio giorno di festa

A) Porti Gesù ad altri

Maria va visitare il suo Elizabeth kinswoman In questo mistero del Rosario meditiamo sulla visita di Maria alla cugina Elisabetta, in un paese della zona montuosa della Giudea. Si trattava di un viaggio lungo circa 70 miglia da Nazareth. Maria è il primo Apostolo laico della cristianità. Maria è diversa da Eva, che disobbedì a Dio rubando il frutto e portandolo poi ad Adamo, perché ha obbedito a Dio e ricevette Gesù, il frutto Divino e lo ha poi portato a sua cugina Elisabetta. Eva ha portato le parole da una fonte diabolica (Satana) a Adamo ma Maria ha portato GESÙ il VERBO ETERNO che è la fonte di tutto il BENE a Elisabetta. Maria dice che il suo "spirito esulta in Dio mio Salvatore" perché è stata preservata da principio dal peccato originale da Dio, che è diventato suo figlio. È stata preservata libera dal peccato fin dalla sua concezione ed è rimasta senza peccato per grazia di suo figlio. Maria ha usato le grazie che ha ricevuto da Dio per governare correttamente la sua libera volontà. Quando diciamo "Ave Maria" facciamo parte "di tutte le generazioni che la chiameranno beata". Quando riceviamo Gesù nella Santa Comunione lo riceviamo anche nel nostro cuore e se lo riceviamo in unione con Maria possiamo portarlo anche ai nostri prossimi che sono nel bisogno. Possiamo allora proclamare il suo Magnificat (Luca 1; 46-55). Maria ha ricevuto Gesù nel suo cuore e lo porta ad altri, dando così il primo esempio di Apostolato laico. Maria rimase con Elisabetta per tre mesi e la sua presenza ha inoltre comportato la presenza di Gesù nella casa di Giovanni Battista e noi riteniamo molto probabile che Maria abbia pregato molto suo figlio per Giovanni, il suo futuro "Araldo" . Maria contribuisce a preparare coloro che desiderano aprire la strada a suo figlio.


B) L'incontro di due Eve!

Maria va visitare il suo Elizabeth kinswoman Il saluto di Maria riempie Elisabetta ed il suo nascituro, Giovanni il Battista, di Spirito Santo. Elisabetta piena di Spirito Santo riconosce che Maria sta portando Dio nel suo seno e si umilia davanti alla madre di Dio. Maria "Nuova Eva" incontra Elisabetta nel mese "sesto" di gravidanza di Elisabetta, e ciò può essere un riferimento ai primi Adamo ed Eva che furono generati il "sesto" giorno. Questa VECCHIA DONNA, Elisabetta, simboleggia la prima Eva delle origini, perché è sia "vecchia" che "sterile" e può ricordarci di Eva come in una selva sterile che aspetta il Messia. Questa riunione di Elisabetta e di Maria è come una riunione della prima Eva e di Maria, la Nuova, seconda Eva, senza peccato. Elisabetta esclama "Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me?" ed inoltre ha detto che "benedetta è colei che ha creduto alla promessa fattale dal Signore" diversa dalla Eva che ha non creduto alla promessa fatta ad Adamo ed a lei dal Signore. È come se la prima Eva stesse comunicando attraverso Elisabetta con Maria, la Nuova Eva senza peccato. È come se Eva stesse dicendo che "benedetta sei tu Maria e benedetto è il tuo frutto, diversamente da me che sono affetta dal peccato così come tutto il frutto del mio seno. Possiamo dire che Elisabetta simboleggia la Chiesa intera, la quale è essa stessa chiamata la NUOVA EVA perché è "la Sposa di Cristo" il NUOVO ADAMO. La Chiesa realizza la profezia di Maria" tutte le generazioni infatti la chiameranno beata perché i membri della Chiesa recitano l'"Ave Maria". La chiesa (NUOVA EVA) inoltre produce "i precursori" ( Papi, Vescovi, Preti e Laici) coloro che "preparano la strada al Signore" come S.Giovanni Battista. Elisabetta si nasconde per cinque mesi, poi nel suo SESTO mese si mostra, e questo ci ricorda Eva che si nasconde da Dio dopo aver commesso il suo peccato e ci mostra che suo figlio simboleggia Gesù , il NUOVO ADAMO DIVINO. Elisabetta esce dal nascondimento dicendo che "si è degnato di togliere la mia vergogna tra gli uomini " che indica che ora la pienezza dei tempi è venuta e che Dio ha dato ai figli di Eva "un Redentore". La colpa di Eva stava per essere cancellata. I figli di Eva non avrebbero mai potuto redimere l'umanità ma Dio nella sua misericordia dà a Elisabetta un bambino che simboleggia il NUOVO ADAMO DIVINO e prepara la strada per lui. Non è un caso che l'angelo Gabriele abbia detto a Maria nell'annunciazione che "questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile " perché Gabriele stava indicando che Elisabetta simboleggia la prima Eva, ora nell'imminenza della redenzione.


C) Magnificat

Maria va visitare il suo Elizabeth kinswoman Nel suo "Magnificat" (vedi Luca 1; 46-55) è come se Maria stesse comunicando con Eva perché dice che "d'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata" quello che Maria afferma in questo Magnificat è l'opposto di ciò che Eva direbbe di sé stessa. Vediamo nella "Redenzione" un percorso simile, ma opposto, "alla Caduta". Frank Duff disse che quello che è accaduto fra Gesù e Maria fu l'opposto di ciò che è accaduto fra Adamo e Eva, in quanto Eva ha aiutato Adamo a provocare la caduta dell'umanità ma Maria ha aiutato Gesù a realizzare la Redenzione.


D) Giovanni Battista come nuovo Adamo

Maria va visitare il suo Elizabeth kinswoman Maria è la Nuova (senza peccato) Eva umana e Giovanni è come un nuovo Adamo umano che prefigura Gesù il NUOVO ADAMO DIVINO. Molto opportunamente Maria la Nuova Eva "dal suono del suo saluto" ha suscitato lo Spirito Santo in Giovanni il nuovo Adamo, perché Eva con la sua "voce" ha aiutato Adamo a disobbedire Dio, mentre Maria tramite le parole del suo "saluto" spirituale ha aiutato Giovanni il nuovo Adamo umano a ricevere lo Spirito Santo già nel seno di sua madre. Maria ha ricevuto "il VERBO di Dio" nel suo seno e nel suo cuore. La grande vocazione di Maria é contribuire a preparare Gesù il NUOVO ADAMO PER REDIMERE l'umanità. Elisabetta ha nascosto il concepimento di Giovanni per cinque mesi e lo rivelò nel sesto mese (vedi Luca 1; 24). Umanamente parlando Giovanni è di sei mesi più vecchio di Gesù e quando Giovanni pone fine alla sua vita pubblica Gesù incomincia la sua con le stesse parole "Convertitevi perché il regno dei cieli è vicino" (vedi Matteo 3; 2 e 4; 17). Adamo fu cacciato dal Paradiso e mandato nel selvaggio mondo;. Gesù, il NUOVO ADAMO, si è in un certo senso esiliato dal PARADISO del CIELO per scendere sulla terra selvaggia, per la nostra salvezza, per 33 anni. Anche Giovanni se ne andrà in esilio "nel deserto", via da Israele, e si alimenterà "di locuste e miele selvatico", porterà un tunica fatta "di pelle di cammello e una cintura di cuoio intorno alla vita" (vedi Marco 1; 6 e genesi 3; 21 dove "Dio fece delle tuniche con delle pelli per l'uomo " dopo la caduta. Giovanni è come un nuovo Adamo umano penitente che predica il pentimento agli uomini. Prepara la strada a Gesù il Penitente NUOVO ADAMO DIVINO l'unico che possa "redimere" l'umanità. Adamo peccò e perse la grazia dello Spirito Santo, come Dio gli ha spiegato (vedi genesi 3; 17), "poichè hai ascoltato la voce di tua moglie ed hai mangiato dall'albero", ma in questo mistero gaudioso Giovanni è come un nuovo Adamo umano che sente la voce di Maria, la Nuova Eva umana e riceve la pienezza della grazia dello Spirito Santo. Riceve questo attraverso Gesù il NUOVO ADAMO DIVINO. S. Luca alterna i due annunci (da parte di Gabriele) e le nascite di Gesù e di Giovanni per indicarci che esse sono collegate. Giovanni è il nuovo Adamo umano, Gesù è il NUOVO ADAMO DIVINO. Giovanni battezzò con acqua ma Gesù BATTEZERA'con l'ACQUA DIVINA che è lo Spirito Santo e che LAVERÀ VIA I PECCATI. Più avanti nei Vangeli vediamo che Giovanni muore ma non risorge dai morti e questo ci indica che nessun uomo può redimere l'uomo, neppure Giovanni di cui Gesù ha detto "di tutti gli uomini nati da donna non vi è nessuno più grande di Giovanni".


E) La chiesa

Maria va visitare il suo Elizabeth kinswoman La Chiesa è la NUOVA EVA perché è la Sposa di Gesù il NUOVO ADAMO. Giovanni stesso sembra capire che Gesù é il NUOVO ADAMO perché si riferisce a Lui come "lo Sposo" (vedi Giovanni 3; 29). "La Chiesa" che significa "Assemblea" inoltre è chiamata "il popolo di Dio". Maria, la Vergine senza peccato è il membro più perfetto della Chiesa ed è un'immagine di che cosa la Chiesa intera è destinata ad essere un giorno, in Cielo. Diversamente da Eva, Maria contribuisce a portare la vita e non la morte nel mondo e dato che Maria è "la madre (del) Signore" è inoltre la madre vergine e spirituale di tutti coloro che "vivono per l'eternità" e Eva è la madre fisica, la nonna, la bisnonna ecc, "di tutti i viventi" ma che devono morire. Eva fu maledetta perché ha creduto all'angelo diabolico e padre della menzogna, Satana. Tutte le "generazioni chiameranno Maria beata" perché ha creduto a Gabriele, l'angelo della verità. Senza dubbio Maria, durante il suo viaggio verso la casa di Elisabetta, stava pregando il Figlio di Dio nel suo seno per Elisabetta e suo figlio e grazie a quelle preghiere contribuì ad ottenere le immense grazie dello Spirito Santo che Giovanni ed Elisabetta hanno ricevuto. Maria è la madre di Gesù e la madre spirituale della Chiesa.


La Natività Luca 2; 1-20. 25 dicembre giorno di festa

A) Pane di vita

Maria dà alla luce a Gesù in caverna a Bethlehem Maria e Giuseppe intraprendono un lungo viaggio da Nazareth a Betlemme ma non riescono a trovare ospitalità per la notte, anche se per Maria è arrivato il momento di partorire. Gesù, pur potendo scendere sulla Terra con un corpo umano già sviluppato, alla stessa maniera di Adamo, ha invece preferito essere simile a noi dal concepimento fino alla morte, fuorché nel peccato. Gesù nasce a Betlemme, come il Profeta Isaiah (7; 14) aveva previsto. Il nome Beth-lehem significa "Casa-del-Pane". Gesù ha detto di essere "il pane di vita" sceso dal cielo ed i cattolici possono riceverlo nella Santa Comunione, previa confessione di tutti i peccati più gravi. La sua nascita avrebbe dovuto suscitare una grandiosissima celebrazione ma soltanto i poveri pastori e più tardi i Magi vennero ad offrirgli omaggi e soltanto gli angeli nel cielo furono uditi esultare con il loro inno "Gloria a Dio nell' alto dei Cieli e pace alla sua gente sulla Terra". L'umanità che Gesù è venuto a redimere lo accolse freddamente.


B) Regali da Babbo Natale

Maria dà alla luce a Gesù in caverna a Bethlehem Anche noi, assieme ai Pastori ed ai Magi, possiamo offrire i nostri doni migliori al bambino Gesù, che è nato in una mangiatoia per noi. Il regalo più bello che possiamo fargli è il regalo di "noi stessi" ed Egli desidera darci i suoi regali più belli, compreso quello più grande, cioè il dono di sè nella Santa Comunione. Poi, quando al momento della morte ci presenteremo davanti a lui, poveri in spirito, Egli ci darà il dono della Vita Eterna. La Vita Eterna in Cielo è un regalo che noi non potremmo mai guadagnare o meritare, è un incredibile dono da parte del nostro "Babbo Natale Celeste" ma dobbiamo essere buoni per riceverlo. In realtà nessuno si meriterebbe da Dio anche un solo regalo, grazia o secondo di esistenza, per quanto buono possa essere. Il Nostro Padre Celeste è "il vero Papà Natale" perché desidera darci il regalo incredibile del suo figlio che è morto sulla croce per noi. La croce stessa è il Vero albero di Natale perché su esso é stato inchiodato Gesù ed egli stesso è il dono stupendo della Vita Eterna nel suo "Paese delle Meraviglie”, il Cielo, per tutta l'umanità.


C) Giovani Vite

Maria dà alla luce a Gesù in caverna a Bethlehem GESÙ, il NUOVO ADAMO, è concepito nel seno di Maria e vive la sua vita fino alla sua morte, avvenuta mentre era ancora un giovane uomo, mentre Adamo comincia la sua vita come giovane uomo e vive a lungo, quindi muore di vecchiaia. Guardando le loro due vite sembra che Gesù ci indichi che Egli è realmente il primo ADAMO e vive la gioventù che Adamo non ha mai vissuto e muore giovane in modo che Adamo e tutta la razza umana possano nascere nella Vita Eterna dopo la loro vita terrena. Gesù, re del Cielo e della Terra, è nato in povertà per renderci spiritualmente ricchi mentre Adamo, che era nato ricco, ha reso tutti noi poveri. Gesù, il NUOVO ADAMO, è nato in mezzo a degli animali nell'austerità di una caverna per portarci alla nuova nascita in Paradiso.


La Presentazione Luca 2; 22-38. 2 febbraio giorno di festa

A) Spade

Maria e Joseph Gesù attuale nel tempiale Quaranta giorni dopo la sua nascita vediamo Giuseppe e Maria nel tempio a Gerusalemme per presentare Gesù al Padre Eterno tramite le mani del Sacerdote. Simeone riconosce che Gesù è la salvezza di Dio per noi ma che soffrirà il rifiuto e profetizza questo a Maria dicendole che "una spada perforerà anche il suo cuore ". Questa spada perforerà il suo cuore quando offrirà spiritualmente Gesù al padre in espiazione per i nostri peccati sull'Altare della croce. Dopo "la caduta" Dio scacciò Adamo ed Eva dal giardino dell' Eden e pose gli angeli Cherubini con "una spada ardente" all'entrata di esso per custodirlo (vedi Genesi 3; 24). Questa spada è un simbolo della giustizia Divina di Dio per il peccato e nessuno può rientrare in Paradiso senza soffrire questa spada. Ma il problema è che quando noi pecchiamo in realtà stiamo rifiutando Dio e che quindi in tutta giustizia e imparzialità anche Dio dovrebbe rifiutarci! Ma se Dio ci rifiutasse del tutto e ci abbandonasse noi cesseremmo di esistere! E quella sarebbe una punizione peggiore dell'inferno e nessuna creatura intelligente potrebbe sopportarne il terrore. Quelli che sono all'Inferno ancora esistono e possono maledire ed odiare Dio per sempre ma non possono mai espiare i loro peccati perché tutti noi peccatori meritiamo di essere privati completamente dell'esistenza. Chiunque compia il peccato é come l'uomo della Parabola (vedi Matteo 18; 23-35) che aveva nei confronti del suo padrone un debito enorme e non poteva rimborsarlo perché ogni peccato che commettiamo è un'offesa infinita a Dio. Vale la pena di notare che l'uomo in quella storia ha chiesto soltanto più tempo di rimborsare il debito ma il padrone mosso dalla pietà ha completamente cancellato il debito!


B) Eroe

Maria e Joseph Gesù attuale nel tempiale Gesù in caverna a Bethlehem Era necessario un Eroe immortale, che subisse su di sé questa "spada ardente" di giustizia Divina, sentendosi completamente rifiutato da Dio, per poterle ancora sopravvivere. Se Dio rifiutasse una delle sue creature, quella creatura cesserebbe di esistere. Ma Gesù é il figlio unigenito ed immortale di Dio ed è l'Eroe e che soffrirà sul Calvario sentendosi rifiutato da Dio per la nostra Salvezza quando grida "Mio Dio, Mio Dio, perchè mi hai abbandonato". Gesù ha sofferto, è morto ed è risorto dai morti e mentre ha sofferto questa "spada ardente" di tremenda sofferenza, il dolore ha trafitto il cuore di sua madre che ha condiviso nel suo cuore tutte le sue sofferenze fino alla morte sulla croce.


Il Ritrovamento del bambino Gesù nel tempio Luca 2; 41-50. 30 dicembre giorno di festa; La Sacra Famiglia

Maria e Joseph trovano Gesù il terzo giorno Ogni anno la Sacra Famiglia si recava a Gerusalemme per la celebrazione della Pasqua. Quando Gesù ebbe compiuto dodici anni e le celebrazioni per la Pasqua si furono concluse Egli rimase a Gerusalemme senza che i suoi genitori se ne accorgessero. Essi credettero che fosse con i parenti che viaggiavano con loro, e fu solo dopo un giorno di viaggio e dopo aver probabilmente percorso 10 - 20 miglia che si accorsero della sua scomparsa. Possiamo provare soltanto ad immaginare la loro ansia e preoccupazione mentre ripercorrono la strada verso Gerusalemme. In questo mistero vediamo la Sacra Famiglia in crisi ma che si affida a Dio. Devono essere stati molto tesi, preoccupati, ansiosi e forse arrabbiati! Ma osserviamo come risolvono la crisi quando lo trovano nel tempio il terzo giorno. Comunicano il problema con domande calme, liberano la loro possibile rabbia nel modo giusto, che è l'esternazione. Nessuno di loro perde la calma. Qui vi è una grande lezione per le famiglie. Vediamo che la rabbia non è buona o cattiva, il problema è il modo in cui ce ne liberiamo o la gestiamo. Non vi sono accuse reciproche, come fra Adamo ed Eva, che non potevano accettare la loro colpa. Non è chiaro se Adamo abbia incolpato Eva o Dio o addirittura entrambi perché ha detto che "La donna che tu mi hai posta accanto mi ha dato dell'albero e io ne ho mangiato.". Non vi è menzione di scuse. Possiamo sfogare la nostra rabbia o timore con un amico o con la persona che ci fa arrabbiare, se ci ascoltano, ma la cosa migliore da fare è porgere l'altra guancia e sfogarci con Dio. Gesù risponde a Maria con domande atte ad aiutarla a capire la sua missione futura. Questo mistero che accade durante la festività di Pasqua prepara Maria per la futura Pasqua quando perderà Gesù a causa della "morte" ma lo troverà tre giorni più tardi quando risorge dai morti. Non è una coincidenza che quando lo trovano lui stia provando ad aiutare i dottori della legge i cui i membri in futuro si sarebbero resi responsabili della sua morte. Gesù ama ognuno, buono e cattivo. E benchè fosse Dio Gesù ha obbedito ai suoi genitori umani perché i nostri "primi genitori umani” disobbedirono a Dio. Gesù, Maria e Giuseppe hanno vissuto le vite più eroiche sulla terra, Gesù e Maria non peccando mai e Giuseppe peccando pochissimo. In un senso vivere sotto lo stesso tetto di Dio deve essere stata un'esperienza terrificante per Maria e Giuseppe. Per loro sarebbe stato molto doloroso venire a sapere che la persona che amavano di più al mondo avrebbe dovuto un giorno morire per redimerli. La loro casa di Nazareth era un nuovo tempio del Dio vivente e Dio desidera che ogni casa diventi un nuovo tempio del Dio vivente. In questo mistero possiamo pregare per tutta la gente che ha perso Dio e per coloro che lo stanno cercando nei posti sbagliati.



Le Preghiere Conclusive

Concludiamo queste cinque Decadi del Rosario recitando il "Salve Regina" e la breve preghiera conclusiva.

Salve Regina, Madre di Misericordia, vita dolcezza e Speranza nostra, Salve! A Te ricorriamo noi Esuli figli di Eva, a Te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque AVVOCATA nostra, rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi e mostraci dopo questo esilio Gesù, il FRUTTO BENEDETTO del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria. PREGA per noi Santa Madre di Dio perché siamo fatti degni delle promesse di Cristo

Preghiamo;

Oh Dio il cui unico figlio, per la SUA Vita, Morte, e Resurrezione ha ottenuto per noi la Ricompensa della Vita Eterna, Concedi a noi che abbiamo meditato questi Misteri del Santissimo Rosario della Beata Vergine Maria, di imitare ciò che essi contengono e di ottenere ciò che essi promettono, per Cristo nostro SIGNORE. AMEN.

Il Salve Regina è una preghiera molto appropriata alla fine del Rosario perché sembra rivolgersi a Maria come Nuova Eva. Poi nella preghiera finale preghiamo che possiamo essere fatti degni della promessa di Vita Eterna per la "vita, morte e resurrezione" di Gesù Cristo, nostro Salvatore.

Torna Su


Le preghiere di Apertura del Rosario.

Il Segno della Croce

Iniziamo e finiamo queste preghiere facendo il segno della Croce mettendo la nostra mano destra sulla nostra frontee poi sul nostro ombelico, quindi sulla spalla sinistra e infine spalla destra dicendo contemporaneamente "Nel nome del Padre ( toccando la fronte ) e del Figlio ( toccando l'ombelico ) e del Spirito ( toccando la spalla sinistra ) Santo ( toccando la spalla destra ) Amen." Di solito diciamo poi il "credo degli Apostoli" seguito dal "Padre Nostro" , tre "Ave Maria" ed il "Gloria". Possiamo iniziare poi il "Misteri Gaudiosi, i Misteri della Luce, i Misteri Dolorosi, o (e!) i Misteri Gloriosi. Ogni gruppo di Misteri porta di venti minuti a dire.

Il Credo degli Apostoli

Io Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del Cielo e della Terra, Credo in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito per opera dello Spirito Santo, nacque dalla vergine Maria, soffrì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì, e fu sepolto, discese ai morti. Il terzo giorno resuscitò, ascese al Cielo, siede alla destra del Padre, e Verrà a giudicare i vivi ed i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi, il Perdono di peccati, la Risurrezione del corpo e la Vita Eterna. Amen.


Il Padre Nostro

Padre Nostro,

Che sei nei Cieli,

sia santificato il Tuo nome,

Venga Il tuo Regno,

Sia fatta la Tua volontà come in Cielo così in Terra,

Dacci oggi il nostro pane quotidiano,

e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,

e non ci indurre in tentazione,

ma liberaci dal male. Amen


L'Ave Maria

Ave o Maria,

Piena di Grazia,

Il Signore è con Te,

Tu sei Benedetta fra le donne,

e Benedetto è il Frutto del tuo sono, Gesù,

Santa Maria,

Madre di Dio,

Prega per noi peccatori adesso

E nell'ora della nostra morte. Amen.



Possiamo intravvedere un aspetto trinitario nella preghiera dell'Ave Maria perché i primi tre versi dell'Ave Maria sono le parole rivolte dall'Arcangelo Gabriele a Maria quando fu inviato dal Padre Celeste, i seguenti due versi sono le parole pronunciate da Elisabetta, ispirata dallo Spirito Santo e gli ultimi quattro versi sono stato ispirati dalla Chiesa che sebbene peccatrice è chiamata ad essere il Corpo Mistico Di Gesù Cristo.


Gloria

Gloria al Padre,

al Figlio,

ed allo Spirito Santo,

come era nel principio

é ora ed é sempre

nei secoli dei secoli. Amen.


La breve preghiera che Nostra Signora di Fatima, nel 1917, ha chiesto di recitare dopo ogni Decade del Rosario

Oh Gesù mio,

Perdona le nostre colpe,

Preservaci dal fuoco dell'inferno,

e porta in Cielo tutte le anime,

Specialmente quelle più bisogniose della Tua Misericordia. Amen.

Torna Su



Google

Hosted in Ireland by Blacknight

©Diary, St. Maria Faustina Kowalska, Divine Mercy in My Soul 1987 Congregation of Marians of the Immaculate Conception, Stockbridge, MA 01263 USA. www.marian.org Used with permission.


Back to top


invisible hit
counter
Statcounter
Chi siamo | Contattaci | Legge sulla privacy | Mappa del Sito